01-06-2010 Giornale di Monza – Il quartiere Libertà fiorisce con la Festa di primavera


 

Fine settimana di grande euforia nel quartiere Libertà, per la dodicesima edizione della «Festa di primavera».
L'evento, organizzato dai membri del gruppo spontaneo Libertà (hanno iniziato da mesi la preparazione della festa) con i contributi dell'Amministrazione, della Circoscrizione 1 e dei tanti sponsor che hanno deciso, anche questa volta, di dare una mano per rendere ancora più bella la due giorni di festeggiamenti, che per la prima volta si è svolta in tre differenti location.
Il controviale di via Libertà-Tosi-Parmenide ha ospitato i banchetti delle associazioni e il mercato, nella residenza Libertà c'erano giochi e laboratori per i bimbi, nell'oratorio Cristo Re si è dato spazio ai tornei di calcio ballila, scala 40 e alle esibizioni di tiro con l'arco, mentre i giardini di via Don Valentini hanno ospitato altre attrazioni per bimbi, la mostra mercato con i prodotti artigianali, e il palco dove si sono esibiti i gruppi giovanili e si svolte le premiazioni dei giochi di squadra e del concorso dedicato alle scuole medie (il progetto: «Io domani sarò») alla presenza del sindaco, degli assessori Osvaldo Mangone, Andrea Arbizzoni, e Martina Sassoli, e del presidente della Circoscrizione 1, Massimiliano Longo.
«Abbiamo dovuto abbandonare il tradizionale pratone che costeggia il viale Libertà per lasciare spazio al cantiere in cui sta sorgendo l'agognato centro civico; fortunatamente la scelte delle diverse locazioni, congiunte da un simpatico trenino, che ha scorrazzato per le vie del quartiere, è molto piaciuta ai visitatori - ha commentato il presidente del Gruppo spontaneo Libertà, Maurizio Resseghini - II maltempo ci ha graziato e abbiamo avuto più visitatori dello scorso anno, abbiamo superato ampiamente le diecimila presenze nella due giorni di, eventi.
La nuova location è più raccolta e familiare e l'idea del trenino è stata davvero apprezzata, insieme al jumping e al mini-golf. Quest'anno, inoltre c'è stata una forte presenza di adolescenti, accorsi in massa sabato pomeriggio per assistere al concerto dei 6 gruppi organizzato dal Centro giovani Mapelli (inaugurato l'autunno scorso presso la scuola superiore di via Parmenide), che hanno suonato per più di tre ore».
Fra questi c'era anche, Luca Ruscitto, studente del «Mapelli», che insieme ad alcuni compagni ha composto e suonato la colonna sonora dell'evento con tanto di coreografia e balletti hip-hop.
In occasione della festa dello scorso anno il sindaco, Marco Mariani, aveva simbolicamente posto la prima pietra della struttura civica, che diventerà un grande centro di aggregazione, dedicato soprattutto ai giovani del quartiere. «Il sindaco purtroppo non ha voluto sbilanciarsi sulla data di consegna del centro civico, ma in ogni caso i lavori stanno procedendo alacremente.
Forse dovremo utilizzare i giardini di via Don Valentini per la Festa di primavera del prossimo anno, ma poco importa visto il successo ottenuto in questa edizione».
Martino Lorenzini